La Guava: il superfrutto dai benefici indiscussi, clinicamente testati

La Guava: il superfrutto dai benefici indiscussi, clinicamente testati

Poco più di un anno fa, scrivevamo su questo blog un articolo dal titolo “Guava Rosa: Proprietà e Valori nutrizionali” e, tra le altre cose, dicevamo che “Oltre a un sapore e un profumo unici, la guava rosa è considerata
un superfood, grazie ai numerosi benefici che offre per la salute: è un fantastico concentrato di nutrienti”. 
Ed è proprio sui benefici della guava che decidiamo di concentrarci, stimolati da alcune telefonate ricevute in questi giorni da parte di persone attente alla salute e, in alcuni casi, bisognose di questo superfrutto per le specifiche patologie da cui sono afflitte.
La guava non solo è considerato uno dei frutti che danno il maggiore apporto di vitamina C e, perciò, uno dei più forti stimolanti del sistema immunitario, ma in molti Paesi del mondo tutte le parti dell’albero di guava, compresi frutti, foglie, semi, corteccia e radici, vengono utilizzati per trattare numerosi disturbi.
Nonostante questo, la guava continua ad essere un frutto poco conosciuto in Italia. Per di più, si dice erroneamente che non sono disponibili studi clinici in grado di confermare l’efficacia dell’assunzione di guava a scopo
medicamentoso
; in realtà, siamo andati a caccia di studi scientifici che provano gli indiscussi benefici di questo superfrutto che la nostra azienda, Canalotto Farm, coltiva con il metodo dell’agricoltura biologica.
Già da qualche anno, infatti, possiamo leggere, su riviste scientifiche quali il Journal of Medicinal Food o il Journal of Agricultural and Food Chemistry o, ancora, il Food Science and Technology International, articoli prestigiosi
che confermano i benefici di questo frutto tropicale, finalmente con studi clinici attendibili.

Le proprietà di questo “superfrutto”: poco conosciute, ma molto preziose

Le proprietà di questo superfrutto ne fanno sia un cibo buono e gradevole al palato, ma rendono la Guava anche un frutto dalle proprietà medicinali.
I principali costituenti delle foglie di guava sono composti fenolici, isoflavonoidi, acido gallico, catechina, epicatechina, rutina, naringenina, kaempferolo. La polpa è ricca di acido ascorbico, carotenoidi (licopene, β-carotene e – criptoxantina). I semi, la buccia e la corteccia possiedono glicosidi, carotenoidi e composti fenolici. Sono queste componenti a rendere unica la guava!

I benefici della Guava e i dati scientifici

Le numerose proprietà cui facevamo cenno, fanno sì che il frutto di guava, come anche le foglie, i semi, la corteccia e le radici, abbiano effetti farmacologici a livello respiratorio e gastrointestinale, ma anche come antispasmodico, antinfiammatorio, sedativo della tosse, antidiarroico, nella gestione dell’ipertensione, dell’obesità, nel controllo del diabete mellito e come antitumorale.
Vediamo insieme alcuni di questi numerosi benefici!

Azione antiossidante e antitumorale

Thuaytong e Anprung (2011) hanno scoperto un’attività antiossidante nella guava. Le proprietà antiossidanti della polpa di guava sono correlate agli effetti antitumorali; gli antiossidanti, infatti, svolgono un’azione fondamentale nella prevenzione del danno cellulare causato dai radicali liberi. In particolare, sembra sia il kaempferolo a svolgere un’azione fondamentale come antitumorale.

Trattamento e prevenzione di accumuli di grasso nelle arterie

Studi sull’uomo hanno confermato l’azione indiscussa della guava nella prevenzione cardiovascolare.
Tra gli altri, Singh et al. (1992), sull’American Journal of Cardiology, segnalano come il consumo di guava per un periodo di 12 settimane abbia ridotto la pressione sanguigna dell’8%, i livelli di colesterolo totale del 9%, indotto un aumento dell’8% dei livelli di HDL ed una riduzione dei trigliceridi di quasi l’8%.
La catechina e l’epicatechina, infatti, inibiscono la colesterolo esterasi pancreatica, che riduce i livelli di colesterolo.

La quercetina, inoltre, è stata associata a una diminuzione della mortalità per malattie cardiache e a una ridotta incidenza di ictus. La quercetina presenta attività ipocolesterolemizzante e antiossidante, mentre la rutina è efficace nell’inibire l’accumulo di trigliceridi.

Trattamento e Prevenzione del Diabete e dell’Obesità

La catechina di cui la guava è ricca è importante anche per il trattamento preventivo del diabete di tipo 2 e dell’obesità. Shen, Cheng e Wu (2008) hanno evidenziato come l’estratto di foglie di Guava, nello specifico, possa abbassare i livelli di glucosio nel sangue e combattere il diabete di tipo 2.
Anche l’acido betunico e il lupeolo, di cui la guava è ricca, possono essere utilizzati nel trattamento del diabete, delle malattie cardiovascolari, dell’obesità e dell’aterosclerosi.

Azione Antimicrobica e Antibatterica

I semi sono utilizzati come attività antimicrobica, gastrointestinale, antiallergica e anticancerogena, mentre l’estratto di foglie di guava ha attività analgesiche, antinfiammatorie, antimicrobiche, epatoprotettive e antiossidanti. Alcuni studi hanno confermato l’attività antibatterica delle foglie di Guava nel trattamento di diarrea.

Tabella 1: Proprietà di foglie, polpa, semi, buccia e corteccia di guava e loro effetti farmacologici (Tratta da SM Barbalho, Farinazzi-Machado FMV, de Alvares Goulart R, Brunnati ACS, Otoboni AM, et al (2012) Psidium Guajava (Guava): A Plant of Multipurpose Medicinal Applications. Med Aromat Plants 1:104. doi:10.4172/2167- 0412.1000104)